Chi siamo

L’Arte per la scienza
Il progetto di creare un’associazione culturale per sostenere la ricerca scientifica sorge dall’idea che arte e scienza, insieme, possano migliorare la qualità della vita.
L’arte rende la nostra esistenza più piacevole, ci permette di creare e condividere emozioni, mira a coglierne la bellezza e ce la comunica attraverso una continua evoluzione dei suoi mezzi espressivi.
La musica in particolare sembra possedere un linguaggio davvero universale capace di favorire lo scambio culturale e valicare le barriere ideologiche.
La scienza è, non solo ma soprattutto, continua ricerca che ci permette di comprendere meglio il mondo in cui viviamo e il nostro essere nella sua totalità. Con l’evoluzione dei suoi mezzi d’indagine la scienza ci ha consentito di vivere meglio e più a lungo. La presenza di una ‘comunità scientifica internazionale’ ci dà la misura della necessità di unirsi per affrontare insieme comprensione e soluzione dei problemi
L’esperienza estetica insieme alla conoscenza scientifica sono i tratti distintivi dell’uomo civile. Tratti necessari ma non sufficienti. Anche in una visione laica dell’esistenza, senza l’esperienza di solidarietà e reciprocità verso i propri simili l’umanità rischia continuamente la barbarie. Per questo noi abbiamo la pretesa di ritenere possibile l’adesione di musicisti e scienziati ad una proposta di solidarietà su cui possano convergere esigenze e sensibilità di entrambi.
Il nostro paese ha, accanto ad artisti affermati di fama internazionale, molti giovani talenti che spesso non hanno opportunità di farsi conoscere e apprezzare da noi tutti.
Così come sono molti i ricercatori, nelle università e nelle strutture ospedaliere italiane, che per mancanza di fondi non trovano l’opportunità di fare ricerca e realizzare il loro progetto scientifico.
Noi crediamo che Arte e Scienza possano collaborare tra loro, a vantaggio della vita, e non solo in modo generico ma specifico, o meglio su specifici progetti di ricerca.
Scienziati e musicisti ossia l’ arte per la scienza.
Noi vorremmo creare le condizioni per rendere possibili esecuzioni musicali di qualità e ricerca di laboratorio all’avanguardia.
Attraverso concerti vorremmo sostenere la dif fusione del la cultura musicale, renderla facilmente fruibile sul territorio, offrendo al pubblico l’ascolto di buona musica nonché l’opportunità di contribuire materialmente a far sì che gli scienziati possano portare a termine i loro progetti di ricerca.
Lo scopo di piano for l ife è dar vita ad eventi musicali per raccogliere fondi per la ricerca scientifica.
Creare eventi musicali per raccogliere fondi per singoli progetti di ricerca. Questo sarà il nostro lavoro. Ognuno degli associati potrà dare il suo contributo. In Italia già operano autorevoli fondazioni che finanziano la ricerca attraverso eventi culturali, sportivi e musicali, cui partecipano personaggi noti, raggiungendo cifre considerevoli in donazioni da investire nei laboratori di ricerca.
Piano for life si propone di agire nell’ambito musicale, in contatto diretto con i luoghi di aggregazione del territorio di particolare significato artistico o sociale, e le strutture pubbliche o enti di ricerca che avranno fiducia in questa idea.
Alla locandina illustrativa del programma di ciascun concerto allegheremo il dettaglio del progetto scientifico che si intende sostenere.
E’ stato scelto per il nome dell’Associazione di riferirsi al piano in quanto mezzo senza confini espressivi per opere di bellezza intramontabile e disponibile sempre a dialogare,
in complementarietà, con tutti gli altri strumenti musicali.
Ma piano è anche il termine per designare un progetto.
Un piano for life è poi un agire che si pone un obiettivo vitale.
Ci ricorda le “variabili” negative , che attentano alla nostra armonia, come note stonate . Esse sono tutt’altro che rare, incombono sulle vite di molte persone, a volte per trasmissione ereditaria, a volte per insano capriccio del caso, e la scienza può fare molto per correggere o minimizzarne gli effetti. Noi speriamo che lo possa.
Il percorso logico della nostra associazione procede dall’arte musicale alla scienza.
Il percorso operativo andrà, adesioni permettendo, dal concerto al
microscopio.
Il percorso affettivo lo lasciamo nell’intimo di ciascuno.
Roma 1° Settembre 2008, 2020